Dialog sistemi logo

business intelligence

 

Non tutto ciò che si può contare conta e non tutto ciò che conta può essere contato.

Albert Einstein

Business Intelligence, Big Data, Data Warehousing. Quante parole grosse per descrivere un universo nuovo e in continua espansione che può letteralmente stravolgere il tuo modo di fare business. Iniziamo dalla Business Intelligence: dietro questa espressione inglese si celano una serie di processi aziendali realizzati con tecnologie molto avanzate e finalizzati a raccogliere informazioni davvero preziose per strutturare la strategia della tua attività.

L’informatica aziendale che ti rende competitivo

Perché la Business Intelligence è così preziosa? Ottima domanda. L’analisi dei big data non consente solo di avere sottomano il passato e il presente delle performance, con un focus anche sulle criticità, ma anche di predire il futuro. Sai che vuol dire questo? Che grazie agli strumenti di business intelligence potrai arricchire le tue strategie conoscendo alcuni dei risultati possibili. Giocando d’anticipo e avendo tra le mani dei pronostici concreti, basati su report strutturati, non solo aiuterai la tua azienda, ma avrai anche tutte le carte per sbaragliare la concorrenza.

Big data analytics: l’oracolo del business

Ma come fa la business intelligence a darti questo potere oracolare? L’analisi predittiva avviene grazie all’utilizzo dei cosiddetti big data. I big data sono voluminosi, veloci e vari: tre “v” per indicare la rivoluzione che hanno portato nel business. Chiaramente i big data vengono catalogati grazie a dei software specifici, che consentono di avere una panoramica a 360 gradi.

Molte aziende decidono di conservare i dati dentro appositi magazzini che prendono il nome di Data Warehouse. Tali “contenitori” raccolgono e archiviano tutte le informazioni, sia interne che esterne all’azienda, ma soprattutto codificate in modo uniforme, in modo tale da averle sempre a disposizione quando c’è bisogno di fare un’analisi strategica.

Il Data Warehouse è quindi uno degli strumenti di cui fa uso la Business Intelligence, che ha il compito di analizzare questi dati e di trarne informazioni fondamentali da dare in pasto alle aziende per migliorare le performance, rivelare i punti critici e prevedere alcuni scenari futuri: pensa solo a tutte le email, le vendite e ai dati dei social network. Un manager può fare un uso prezioso di tutti questi dati per accelerare e migliorare i processi decisionali, rendere l’efficienza operativa decisamente superiore, ma anche controllare l’andamento del mercato e trarne vantaggio grazie a KPI autentici. Un’analisi di mercato tradizionale ormai non è più in grado di cogliere le mille sfumature della realtà fluida in cui viviamo: è tempo di guardare al futuro, con sguardo analitico. O meglio, analytics.

Iscriviti alla nostra newsletter